La Festa di Primavera è caratterizzata dalla presenza di una mostra mercato, dalla sfilata dei “carri allegorici” e dal Rogo della Segavecchia.

La storia della Festa

La Festa di Primavera e dei Carri di Pensiero nasce nel 1891 come Festa di Mezzaquaresima.
La festa prevedeva, il rogo della Vecchia ed un corteo di carri di tipo carnevalesco inneggianti alla natura che stava per risvegliarsi.
Abolite nel 1908 le Feste di Mezzaquaresima per volontà del Clero, a Casola Valsenio la si trasforma nella Festa di Primavera.
E anche i carri si trasformano: da carri carnevaleschi a carri allegorici, aventi lo scopo di divertire ed educare rappresentando eventi e idee attraverso figure plastiche immobili su strutture di legno, grigioli e gesso, innalzate su carri agricoli romagnoli.
Un’idea originale che permette di comunicare a tutti in maniera semplice ed efficace anche idee moderne e concetti non alla portata di tutti.

Passano gli anni e i “carri di pensiero” diventano sempre più grandi, assumendo forme di grande effetto. Anche i buoi bardati lasciano il posto ai trattori.
Ma anche oggi come all’inizio del secolo, i tre carri sono costruiti da tre società che si sfidano. Nella realizzazione vengono usati gli stessi materiali, mentre i figuranti in costume restano immobili in forme plastiche per tutto il tempo della sfilata.
Ogni quadro vivente è una pagina di letteratura popolare che appare come un curioso discorso fatto alla piazza dai costruttori dei carri, attraverso la dimensione fisica dell’allegoria.

La festa oggi

Il 25 aprile dalla mattina sarà attivo il mercatino di primavera, mostre, proiezioni, installazioni artistiche, laboratori per bambini, stand gastronomico (pranzo e cena) e i carri allegorici intraprendono, nel pomeriggio, la loro SFILATA IN DIURNA lungo le vie del paese celebrando avvenimenti e personaggi della storia e della cronaca accompagnati dalle “Relazioni”, brani di letteratura popolare che ne enfatizzano il significato e rendono più incisive le idee espresse artisticamente. I figuranti restano immobili in forme plastiche per tutta la sfilata: il corpo umano viene plasmato come fosse gesso, fondendosi col carro
stesso.

Dopo la sfilata dibattiti, incontri, apertivi e musica fino a sera!

Sabato 4 maggio si svolge la NOTTE DI PRIMAVERA E SFILATA NOTTURNA, dove i tre giganti di gesso si mostreranno sotto riflettori che ne esalteranno ancor di più le forme architettoniche.
A fine sfilata, la premiazione del carro vincitore con una grande festa fino a mattino.
Anche in occasione della sfilata notturna saranno presenti video e immagini delle edizioni passate dislocate in tutto il centro storico e accessibili a tutti in modo gratuito

Per maggiori informazioni
Pro loco Casola Valsenio
Tel. 0546/73033