Contatti:

Per informazioni – Comune di Faenza
Indirizzo:
Piazza del Popolo, 31
Telefono: 0546/691111
E-mail: urp.informazioni@comune.faenza.ra.it
Sito internet: www.comune.faenza.ra.it

 

Ufficio informazioni turistiche di riferimento:

Frazione del Comune di Faenza, situata a est della città.

Testo analitico: La località di Reda negli antichi Statuti faentini era chiamata “Silva Fantina”, cioè Selva di Faenza, a conferma che, in tempi più lontani, a valle della via Emilia esistevano numerose Selve.
L’origine del nome Reda è incerta e discorde. Sembra che presso l’antica chiesa di Reda crescessero alberi detti “Retae”, e che questi abbiano dato il nome alla località. Un’altra tradizione vuole che sia derivato dal nome Rhedae, che significava presso i Romani carretta o carrozza. Nel 1080, infatti, presso Reda avvenne una battaglia tra Faentini e Ravennati e il Capo dei Faentini (Conte di Vitry) ordinò alla popolazione di seguire l’esercito e accamparsi a poca distanza dallo stesso esercito. La popolazione eseguì gli ordini e si fermò con carri e carrette (Rhedae) nella zona.
Nell’estate del 1850, Reda ebbe la sgradita visita della Banda del Passatore, che saccheggiò la Canonica e derubò vari passanti.
Nel periodo napoleonico, il dominio francese fu mal tollerato dalla popolazione, forse perché Napoleone introdusse l’obbligo del servizio militare per i giovani di 20 anni, impose nuove tasse e respinse le idee liberali della campagna.
Oggi, Reda è un centro agricolo.

Notizie aggiuntive: Dall’uscita del casello autostradale, proseguire per il centro percorrendo Via Granarolo. Oltrepassato il cavalcavia, svoltare a sinistra e proseguire dritto verso Forlì, percorrendo la strada statale via Emilia n° 9. Oltrepassato l’Hotel Cavallino, al primo incrocio voltare a sinistra in via Reda, proseguire sulla provinciale Reda per circa otto km. La frazione di Reda si trova a destra subito dopo il ponte dell’autostrada.

Caratteristiche Comune:
Fascia altimetriaca/Altitudine (m s.l.m): 19,00